Sono passati quasi 20 anni da quando il magnate americano Malcolm Glazer ha acquistato la sua prima partecipazione nel Manchester United – ora il controverso mandato della sua famiglia al club potrebbe finalmente volgere al termine.

I canti di “Love United, hate Glazers” si sentono regolarmente all’Old Trafford e le notizie che i proprietari sono esplorare una vendita delizierà molti Unito sostenitori.

Qui, Sky News racconta la storia della proprietà dei Glazers del club della Premier League e spiega perché la famiglia è stata così impopolare tra i fan, attirandosi anche le critiche di uno dei loro fuoriclasse, Cristiano Ronaldo, che lasciato il circolo con effetto immediato prima di oggi.

Immagine:
Malcolm Glazer ha preso il controllo del Man United nel 2005. Foto: AP

Glazers compra Man Utd e sella club con debiti

Malcolm Glazer possedeva i Tampa Bay Buccaneers, una squadra di football americano che all’epoca era campione del Super Bowl, quando iniziò il suo investimento nello United nel marzo 2003.

A quel tempo, lo United aveva dominato la Premier League ed era uno dei club di maggior successo al mondo, vincendo una serie di trofei sotto Sir Alex Ferguson.

Glazer ha preso il pieno controllo dello United nel giugno 2005, ma l’accordo è stato estremamente impopolare tra i fan perché è stato finanziato principalmente attraverso prestiti garantiti dai beni del club.

Entro un anno dall’acquisizione con leva finanziaria, Glazer ebbe due colpi ei suoi sei figli – Avram, Joel, Bryan, Kevin, Darcie ed Edward – gestirono lo United, tutti seduti nel consiglio di amministrazione.

Avram Glazer (L) e Joel Glazer
Immagine:
Avram Glazer, a sinistra, e Joel Glazer sono co-presidenti esecutivi del Manchester United

L’acquisizione da 790 milioni di sterline da parte dei Glazers ha caricato lo United di un debito che ora è di circa 500 milioni di sterline. Il club era senza debiti prima dell’acquisizione.

I fan sono stati infuriati per oltre 1 miliardo di sterline che è costato ai Glazers pagare il debito, mentre incassavano da soli ricevendo dividendi dal club.

I fan del Manchester United protestano per la proposta di acquisizione di Malcolm Glazer nel 2004
Immagine:
I fan del Manchester United protestano per la proposta di acquisizione da parte di Malcolm Glazer nel 2004

Si formarono le proteste dei tifosi e l’FC United

La prima visita della famiglia Glazer all’Old Trafford si è conclusa con scene brutte e violente nel giugno 2005, quando la polizia si è scontrata con i tifosi che avevano effettivamente barricato i nuovi proprietari dello United all’interno dello stadio.

Secondo quanto riferito, Joel, Avram e Bryan Glazer hanno dovuto essere introdotti di nascosto nel tunnel dei giocatori e fuori terra in due furgoni di soccorso tattico della polizia per la loro sicurezza.

La polizia sgombra una barricata per consentire a un furgone, che presumibilmente trasportava Joel Glazer, di lasciare l'Old Trafford nel 2005
Immagine:
La polizia sgombra una barricata per consentire a un furgone, che presumibilmente trasportava Joel Glazer, di lasciare l’Old Trafford nel 2005

La controversa acquisizione dei Glazers ha spinto un gruppo di disamorati sostenitori del Man United a formare una nuova squadra di calcio.

L’FC United ha iniziato la sua prima stagione nel 2005-2006 e ora gareggia nella Premier Division della Northern Premier League, il settimo livello del campionato di calcio inglese.

Sir Alex Ferguson solleva il trofeo della Barclays Premier League

Successo in campo

Sotto la continua gestione di Sir Alex, lo United inizialmente ha avuto successo sotto la proprietà dei Glazers, vincendo cinque titoli di Premier League in sette stagioni tra il 2007 e il 2013.

Con i fuoriclasse Ronaldo e Wayne Rooney, lo United ha trascorso tre anni prolifici dal 2007 al 2009, vincendo tre titoli di Premier League, un trofeo di Champions League e la Coppa di Lega.

Ma la rabbia dei fan contro i Glazers è rimasta.

I fan del Man United sventolano sciarpe verdi e dorate per protestare contro i Glazers nel 2010
Immagine:
I fan del Man United sventolano sciarpe verdi e dorate per protestare contro i Glazers nel 2010

Campagna foulard verde e oro

Nel 2010, i tifosi dello United hanno iniziato a indossare sciarpe gialle e verdi per protestare contro la proprietà dei Glazers.

Lo United è noto per le sue famose magliette rosse, ma il club è stato originariamente fondato, nel 1878, con il nome di Newton Heath Lancashire e Yorkshire Railway Football Club, che giocava con un’audace striscia gialla e verde.

Al culmine delle proteste, l’ex giocatore dello United David Beckham ha indossato una sciarpa verde e oro che è stata lanciata in campo durante il suo ritorno all’Old Trafford con il Milan nel 2010.

David Beckham indossava una sciarpa verde e oro quando è tornato all'Old Trafford con il Milan nel 2010

Quella notte, Joel e Avram Glazer erano all’interno dello stadio, ma Beckham in seguito ha preso le distanze dalla protesta, dicendo che la proprietà dello United “non era affar mio”.

Offerta pubblica di acquisto dei Cavalieri Rossi

Ci si aspettava che un gruppo di ricchi sostenitori facesse un’offerta di circa 1 miliardo di sterline per lo United nel 2010, nonostante lo United insistesse sul fatto che i proprietari della famiglia Glazer “non avrebbero accettato alcuna offerta”.

Il gruppo Red Knights, che comprendeva l’ex presidente della Football League Keith Harris e il capo economista di Goldman Sachs Jim O’Neil, ha affermato che una delle sue priorità era ridurre i livelli di indebitamento del club.

L’offerta proposta è stata sospesa dopo che il gruppo ha affermato che la speculazione dei media su “aspirazioni di valutazione gonfiate” aveva ostacolato i suoi piani.

Molti fan vogliono che la famiglia Glazer si venda

Problemi post Ferguson

Da quando Sir Alex ha interrotto la sua illustre carriera manageriale quasi 10 anni fa, la forma dello United è peggiorata.

Nonostante abbia nominato allenatori di alto profilo come Jose Mourinho e Louis van Gaal, il club non è riuscito a vincere la Premier League dal 2013, pur spendendo più di 1 miliardo di sterline per i giocatori in quel periodo.

Inoltre, lo United non ha vinto un trofeo dal trionfo in Europa League nel 2017.

A peggiorare le cose, i rivali storici Manchester City e Liverpool hanno riscosso un enorme successo mentre competono regolarmente per i titoli di Premier League e Champions League.

Malcom Glazer.  foto: AP
Immagine:
foto: AP

Morte di Malcolm Glazer

Malcom Glazer morto nel 2014 all’età di 85 anni, non avendo mai visitato l’Old Trafford durante la sua proprietà del club.

Sebbene fosse una figura controversa a Manchester, i tributi arrivarono dagli Stati Uniti, dove l’uomo d’affari era enormemente rispettato per aver trasformato Tampa Bay da uno zimbello in un franchise vincitore del Super Bowl.

Dopo la morte di Glazer, il commissario della NFL Roger Goodell ha dichiarato: “Malcolm Glazer è stato la forza guida dietro la costruzione di un’organizzazione di campioni del Super Bowl”.

Tifosi del Manchester United che protestano fuori dall'Old Traford contro la proprietà del club da parte dei Glazers

La rabbia della Super League europea

I Glazers hanno attirato più furia dai fan dello United dopo aver assunto un ruolo di primo piano nei tentativi di formare una Superlega Europea l’anno scorso.

Lo United, insieme a Liverpool, Manchester City, Arsenal, Chelsea e Tottenham, ha suscitato indignazione per i loro piani di adesione la gara di fugain cui i soci fondatori sarebbero esentati dalla retrocessione.

I sei club inglesi avevano programmato di allestire il campionato con le squadre spagnole Atletico Madrid, Barcellona e Real Madrid e le italiane AC Milan, Inter e Juventus, in un gruppo che alcuni hanno soprannominato la “sporca dozzina”.

Calcio Calcio - i tifosi del Manchester United protestano contro i loro proprietari prima della partita Manchester United contro Liverpool Premier League - Manchester, Gran Bretagna - 2 maggio 2021 i tifosi del Manchester United in campo per protestare contro i loro proprietari prima della partita Action Images via REUTERS/Carl Recine TPX IMMAGINI DEL GIORNO
Immagine:
I fan hanno preso d’assalto il campo dell’Old Trafford nel maggio 2021

La proposta ha portato alle proteste dei tifosi di calcio in tutta l’Inghilterra, con diverse centinaia hanno preso d’assalto il campo dell’Old Trafford prima che lo United giocasse contro il Liverpool, il che significava che la partita doveva essere rinviata.

Dopo i club hanno fatto marcia indietro Joel Glazer, che era stato annunciato come vicepresidente della Super League europea, “si è scusato senza riserve” con i fan, dicendo: “Abbiamo sbagliato”.

Suo fratello Avram ha rifiutato di scusarsi dopo che Sky News lo ha affrontato in Florida.

Utilizza il browser Chrome per un video player più accessibile

Sky News interroga Avram Glazer sul Man Utd

Dopo lo scandalo, il vicepresidente esecutivo dello United Ed Woodward ha annunciato che avrebbe lasciato il club, essendo stato una figura impopolare tra i fan dopo una serie di acquisti costosi con scarso successo.

Neville marchi Glazers ‘spazzini’

L’ex capitano del Man United Gary Neville – che era un giocatore del club nel 2005 quando i Glazers hanno preso il sopravvento – è stato un critico vocale dei proprietari negli ultimi mesi.

Dopo il fiasco della Super League europea, Neville ha definito i Glazers “spazzini” che “hanno bisogno di essere cacciati da questa squadra di calcio e di questo paese”.

Utilizza il browser Chrome per un video player più accessibile

Gary Neville sui Glazer

“Dobbiamo unirci”, ha detto a Sky Sports.

“Potrebbe essere troppo tardi, ci saranno persone al Manchester United, tifosi di 15 anni fa che diranno che è troppo tardi.

“Non è mai troppo tardi, dobbiamo fermarlo. È assolutamente fondamentale che lo facciamo”.

Neville ha affermato che l’Old Trafford sta “arrugginindo”, con 1 miliardo di sterline necessari per ricostruire lo stadio, e il club è in un “casino”.

“Quando un’azienda fallisce e non funziona, sono i proprietari di quell’azienda [who are to blame]”, ha detto Neville dopo che lo United è stato battuto 4-0 dal Brentford in questa stagione.

“È davvero semplice. Sta fallendo miseramente.

“Hanno preso circa 24 milioni di sterline dal club due mesi fa e ora hanno uno stadio decrepito e in decomposizione, che è di seconda categoria quando era il migliore del mondo 15-20 anni fa.

“Hai un progetto calcistico di cui non hanno la più pallida idea”.

Neville ha detto che c’è stata una “cultura e un’atmosfera tossiche create nel club per un periodo di 10 anni” dopo le partenze di Sir Alex e dell’ex amministratore delegato dello United David Gill.

“È un disastro e non può andare avanti”, ha aggiunto.

Cristiano Ronaldo durante una partita del Manchester United

Le critiche a Ronaldo

L’ultima critica di alto profilo ai Glazers è arrivata da uno dei fuoriclasse del Manchester United.

Ronaldo ha lanciato a feroce attacco ai proprietari del club durante un’intervista con il presentatore di Talk TV Piers Morgan.

La stella portoghese, tornata allo United lo scorso anno dopo 12 anni di assenza, ha affermato che ai Glazers “non interessa il club” e ha detto che si trattava di un “club di marketing”.

“Otterranno soldi dal marketing – lo sport, è, a loro non importa davvero, secondo me”, ha detto.

Ronaldo ha anche affermato che lo United non è progredito come club dalla partenza di Sir Alex nel 2013.

Utilizza il browser Chrome per un video player più accessibile

Ronaldo difende un’intervista esplosiva

“Niente è cambiato. Sorprendentemente”, ha detto.

“Non solo la piscina, la jacuzzi, anche la palestra… Anche alcuni punti, la tecnologia, la cucina, gli chef, che sono, apprezzo, persone adorabili.

“Si sono fermati in un momento, il che mi ha sorpreso molto. Ho pensato che avrei visto cose diverse… diverse, come ho detto prima, tecnologia, infrastrutture.

“Ma, sfortunatamente, vediamo molte cose che vedevo quando avevo 20, 21, 23 anni. Quindi, mi ha sorpreso molto.”

Dall’intervista della scorsa settimana, gli avvocati del club avrebbero cercato modi per porre fine al periodo di Ronaldo al club e martedì è stato annunciato che se ne sarebbe andato “di comune accordo, con effetto immediato”.

Il presidente di Ineos Sir Jim Ratcliffe
Immagine:
Sir Jim Ratcliffe ha espresso interesse ad acquistare il Manchester United

Si parla di vendita e interesse da parte del miliardario britannico

Bloomberg ha riferito ad agosto che la famiglia Glazer stava valutando la possibilità di vendere una quota di minoranza in United e si erano svolte discussioni preliminari sull’assunzione di un nuovo investitore.

È emerso anche che uno degli uomini più ricchi della Gran Bretagna, Sir Jim Ratcliffe, tifoso dello United da bambino e comprovato investitore nello sport attraverso la sua società Ineos, aveva ha espresso interesse ad acquistare il club.

A ottobre, ha rivelato di aver incontrato la famiglia Glazer e gli è stato detto che non erano interessati a vendere il Manchester United.

“Ho incontrato Joel e Avram, e sono le persone più simpatiche”, ha detto Sir Jim.

“Sono dei veri signori, e non vogliono venderlo. È di proprietà dei sei figli del padre e loro non vogliono venderlo.”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *